Ruba un'opera d'arte con la motosega, ma è una performance

L'artista Giannotti aveva lasciato indicazioni sotto al disegno

"È successo veramente! A Bologna tagliavano i murales dalle mura della città per portarli dentro i musei. Ieri li abbiamo tagliati fuori dai musei per tirarli fuori". Poche righe sulla pagina Facebook del Mambo (il museo di arte moderna di Bologna), accanto a un video di 30 secondi che ritrae una scena quantomeno singolare, per spiegare la performance di ieri, quando un uomo 'armato' con una motosega elettrica, ha tagliato un pezzo di muro in cartongesso e ha portato via un disegno di Aldo Giannotti, parte della mostra 'Safe & Sound', in corso fino al 5 settembre. Nessun furto spettacolare, ma una mossa suggerita dallo stesso Giannotti, che sotto all'opera raffigurante una motosega posizionata su una parete aveva scritto: "Questo disegno può essere prelevato gratis da un collezionista che si presenta con una motosega e taglia un pezzo di muro". Ovviamente al personale del museo erano state date indicazioni di far entrare chi si fosse presentato con una motosega e la performance si è svolta in tutta sicurezza per il pubblico, che ha assistito alla scena rimanendo a debita distanza. L'annuncio sui social postato dal museo, invece, è un riferimento a quanto successe nel 2016 per la mostra 'Street Art-Banksy&Co.', che venne allestita facendo staccare dai muri della città opere dell'artista Blu. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie