Economia

Lavoro: Inail, in 6 mesi +8,9% infortuni, 538 morti (-5,6%)

Denunce presentate tra gennaio e giugno, risalgono le malattie

(ANSA) - ROMA, 30 LUG - Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all'Inail tra gennaio e giugno sono state 266.804 (+8,9% rispetto allo stesso periodo del 2020), 538 delle quali con esito mortale (-5,6%). In aumento le patologie di origine professionale denunciate, che sono state 28.855 (+41,9%). Lo fa sapere lo stesso Istituto, rimarcando che i dati mensili sono fortemente influenzati dall'emergenza Coronavirus.
    Per quanto riguarda in particolare i casi mortali, l'Inail sottolinea che Il confronto tra il 2020 e il 2021 "richiede cautela in quanto i dati delle denunce mortali degli open data mensili, più di quelli delle denunce in complesso, sono provvisori e influenzati fortemente dalla pandemia da Covid-19, con il risultato di non conteggiare un rilevante numero di 'tardive' denunce mortali da contagio, in particolare relative al mese di marzo 2020". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie