Economia

  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Risparmio & Investimenti
  4. Approfondimenti
  5. Investire nel nuovo re della produzione energetica
Responsabilità editoriale di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Investire nel nuovo re della produzione energetica

L’energia rinnovabile è in piena espansione. Nel suo recente report “World Energy Outlook”, l’Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE) ha affermato che il solare fotovoltaico è destinato a diventare il “nuovo re della produzione energetica e sembra pronto a una massiccia espansione”. Nel rapporto, l’AIE considera vari scenari per prevedere la crescita futura dell’energia solare. Nello scenario più conservatore di sviluppo sostenibile ci si aspetta che l’impiego del solare fotovoltaico raggiunga livelli da record ogni anno fino al 2030 e una crescita annuale media del 12% fino al 2030. Nello scenario intermedio di Sviluppo Sostenibile l’AIE prevede che la capacità cumulata del solare crescerà di oltre tre volte entro il 2030, salendo da 800 GW nel 2020 a quasi 3.000 GW, e che aumenterà oltre sette volte raggiungendo quasi 6.000 GW entro il 2040. Nel più aggressivo scenario delle “zero emissioni nette entro il 2050”, l’AIE stima che il solare vedrà una crescita annua del 20% fino al 2030. E che nel percorso verso il Net Zero si presuppone che nel 2050 due terzi dell’energia totale saranno formati da una combinazione di energia eolica, solare, geotermica, idraulica e derivata dalla biomassa; il solare sarà preponderante, costituendo da solo un quinto dell’approvvigionamento energetico, e vedrà la propria capacità aumentare di venti volte da oggi fino al 2050.

 

Il valore monetario associato al potenziale di crescita del solare è straordinario. Nel suo scenario di transizione economica, Bloomberg New Energy Finance (BNEF) prevede che il solare registrerà vendite straordinarie per 4,2 trilioni di dollari entro il 2050, ovvero il 28% della spesa totale di 15,1 trilioni di dollari nel complesso delle capacità energetiche rinnovabili. Ma cosa rende l’energia solare così attrattiva? Sicuramente come evidenzia Invesco nel suo studio dedicato all’energia solare il netto miglioramento dell’economia solare sta alimentando la crescita del settore. Inoltre, il costante calo dei costi del fotovoltaico (FV) è il principale fattore alla base dello straordinario tasso di crescita del solare. Molti hanno ancora la convinzione errata che l’energia solare sia eccessivamente costosa, mentre le centrali solari su scala industriale sono più economiche delle centrali alimentate da combustibili fossili e nucleari. Il recente rapporto “Levelized Cost of Energy Analysis (14.0)” della banca Lazard mostra che attualmente le centrali solari su scala industriale sono in media più economiche da costruire rispetto a quelle a gas naturale, carbone o nucleari, e sono persino leggermente più economiche di quelle eoliche.

 

E questo accade soprattutto grazie alla tecnologia. Il miglioramento tecnologico, l’efficienza delle celle fotovoltaiche nel convertire la luce solare in elettricità è aumentato, facendo scendere i costi di produzione della stessa quantità di elettricità.

 

Per Invesco gli investitori che cercano un’esposizione alle opportunità legate al solare possono valutare diverse opzioni: • acquistare titoli di singole società operanti nel settore dell’energia solare o con un’esposizione all’energia solare; • allocare parte dei risparmi su fondi comuni del settore solare o tematici; • ETF del settore solare o tematici; • obbligazioni sulle energie rinnovabili offerte dalle società per finanziare i costi della produzione di energia solare; • installazione di pannelli solari propri o creazione del proprio progetto di energia solare.

 

 

 

Invesco Solar Energy UCITS ETF Acc può rappresentare un’alternativa. Il fondo mira a replicare il rendimento totale netto del MAC Global Solar Energy Index (l'"Indice di riferimento"), al netto delle commissioni; è pensato per replicare la performance delle società a livello globale nel settore dell'energia solare, con un'esposizione diversificata a tutte le tecnologie solari, all'intera catena del valore e alle relative apparecchiature solari. In particolare, si concentrerà su società che traggono una parte significativa dei loro ricavi dalla produzione di apparecchiature per l'energia solare, inclusi sistemi di tracciamento, inverter, batterie e altri sistemi di accumulo di energia; fornitura di materie prime, componenti o servizi a produttori o sviluppatori solari; o installazione, sviluppo, integrazione, manutenzione o finanziamento di sistemi di energia solare.

 

 

Informazioni importanti

Questa comunicazione di marketing è per pura finalità esemplificativa ed è riservata all'utilizzo da parte dei Clienti Professionali in Italia. Non è destinata e non può essere distribuita o comunicata ai clienti al dettaglio.

Si prega di non redistribuire.

Le informazioni riportate in questo documento sono aggiornate a ottobre 2021, salvo ove diversamente specificato.

Le opinioni espresse da professionisti o da un centro di investimento d'Invesco si basano sulle attuali condizioni di mercato, possono differire da quelle espresse da altri professionisti o centri d'investimento e sono soggette a modifiche senza preavviso.

II presente documento è stato comunicato in Italia da Invesco Management S.A., President Building, 37A Avenue JF Kennedy, L-1855 Luxembourg, regolamentata dalla  Commission de Surveillance du Secteur Financier, Luxembourg.

 

La responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Video Economia




Modifica consenso Cookie