Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina avrà 80 mln di ettari di colture di qualità entro 2030

A fine 2020 800 mln mu, incremento produzione grano da 10% a 20%

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 17 SET - La Cina intende aumentare di un terzo la superficie dei suoi terreni agricoli dedicate a colture ad alto valore aggiunto in 10 anni. La superficie occupata da terreni agricoli altamente produttivi dovrà passare dagli 800 milioni di mu della fine del 2020 a 1,2 miliardi di mu (circa 80 milioni di ettari) entro il 2030, ha dichiarato ieri Zhang Taolin, vice ministro dell'Agricoltura e degli Affari Rurali nel corso di una conferenza stampa su alcune linee guida in merito alla coltivazione dei terreni agricoli emesse di recente.
    Secondo il funzionario, i terreni agricoli sono una pietra miliare della sicurezza alimentare, e giocano un ruolo fondamentale nell'ecosistema e nello sviluppo agricolo sostenibile.
    Stando alle linee guida, entro il 2030 i terreni agricoli di alto livello per 280 milioni di mu saranno sottoposti a miglioramenti.
    Alla fine del 2020, il Paese aveva sviluppato i terreni agricoli di standard elevati che hanno contribuito ad aumentare la capacità di produzione di grano dal 10% al 20% per mu e a un risparmio in termini di costi pari a 500 yuan (circa 77,7 dollari) per mu, ha spiegato Zhang.
    Per raggiungere gli obiettivi, il Ministero aiuterà le autorità locali a perfezionare le infrastrutture agricole e ad aumentare la prevenzione e la riduzione dei danni provocati dalle calamità sui terreni agricoli, ha concluso il vice ministro. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie