Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: la lettura diventa stile di vita

(XINHUA) - PECHINO, 19 SET - In una semplice ma elegante libreria, il romanziere cinese Liu Zhenyun ospita un livestream, guidando i lettori nel tour della letteratura mondiale, in una sessione secondaria della Beijing International Book Fair (Bibf).
    La 28ma Bibf ha preso il via il 14 settembre al China International Exhibition Center nel distretto Shunyi di Pechino.
    Ospitando più di 2.200 espositori da 105 Paesi e regioni ed esponendo circa 300.000 libri, è la prima grande fiera internazionale del libro che si tiene online e in presenza dopo lo scoppio della pandemia di Covid-19.
    PASSIONE PER LA LETTURA Il popolo cinese sta abbracciando sempre di più la lettura.
    Nel 2020 il numero di libri cartacei letti pro capite è stato pari a 4,7 mentre sono 3,29 i volumi digitali, entrambe cifre superiori a quelle del 2019, secondo un sondaggio nazionale pubblicato ad aprile dall'Accademia cinese di stampa e pubblicazione.
    Uno studio separato condotto dalla società di consulenza iResearch in collaborazione con il gigante cinese dell'e-commerce JD.com ha rilevato che una percentuale significativa di persone ha dedicato più tempo alla lettura nel 2020, poiché le restrizioni dovute al Covid-19 hanno costretto tutti a trascorrere più ore a casa. Secondo il rapporto, più del 46% degli intervistati ha letto più libri di carta, il 59,6% ha letto più libri digitali e il 58,8% ha ascoltato più audiolibri.
    (SEGUE)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie