Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

La Cina studia un piano quinquennale per le Pmi

(XINHUA) - PECHINO, 26 OTT - La Cina sta studiando ulteriori passi a sostegno delle piccole e medie imprese (Pmi) del Paese, come misure per incoraggiare l'innovazione scientifico-tecnologica e stimolare la loro vitalità.
    Il ministero dell'Industria e dell'Informatica (Mii) sta lavorando a un piano quinquennale per la crescita delle Pmi, che pone in evidenza alcune attività chiave tra cui migliorare l'ambiente commerciale in termini di equità, aumentare la disponibilità di finanziamenti, potenziare la capacità di innovare e la professionalità.
    Dal 2021 al 2025, Pechino intende incubare e coltivare circa un milione di Pmi innovative e 100.000 piccole e medie imprese caratterizzate da specializzazione, raffinatezza, unicità e innovazione, ha dichiarato il ministro del Mii Xiao Yaqing. E prevede anche di incubare 10.000 'piccoli giganti', termine che si riferisce a piccole imprese ancora nella fase iniziale di sviluppo, concentrandosi sulla nuova generazione di tecnologie informatiche, sulla produzione di attrezzature di fascia alta, sulla nuova energia, i nuovi materiali, la biomedicina e altri campi di eccellenza.
    Un totale di 1.140 aziende 'piccole giganti' hanno goduto di margini operativi del 13,2% nei primi otto mesi dell'anno, in base alle statistiche di un'indagine del Mii.
    Per migliorare ulteriormente la capacità di innovazione tecnologica delle Pmi e risolvere le loro difficoltà, il Paese sta introducendo numerose misure specifiche. (SEGUE)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie