ANSAcom
  • Per Bper nuova fase di sviluppo, nel piano 1 mld di cedole
ANSAcom

Per Bper nuova fase di sviluppo, nel piano 1 mld di cedole

Presentato piano 2022-2025, previsti 800 milioni di utile

Milano ANSAcom

Parte “una nuova fase di sviluppo” per Bper Banca. Il piano industriale 2022-2025 prevede di realizzare un utile netto di 800 milioni di euro nel quadriennio, accompagnato da un incremento della remunerazione degli azionisti, con un payout ratio (percentuale di utile destinata a cedola) del 50% nel 2025 per un monte dividendi pari a circa 1 miliardo di euro che verranno distribuiti nell’arco di piano, “mantenendo al contempo una solida posizione patrimoniale”. Così, l’amministratore delegato di Bper, Piero Luigi Montani, commentando il piano approvato dal cda della banca, convinto che contenga “obiettivi ambiziosi ma che sappiamo essere alla nostra portata, facendo leva sui ragguardevoli risultati raggiunti oggi in termini di miglioramento del posizionamento competitivo, redditività e qualità del credito". L’utile netto atteso, aggiunge Montani, “sarà raggiunto grazie al potenziamento delle nostre fabbriche prodotto nei business strategici del Gruppo rafforzando il nostro modello di banca multi-specialista, con l'obiettivo di accrescere ulteriormente la componente commissionale all'interno dei ricavi". Il piano prevede anche la cessione delle attività non-core, tra cui la piattaforma di gestione degli Npl (non performino loan) che “ci consentirà di fare ulteriori significativi progressi nell’attività di derisking, raggiungendo un NPE ratio lordo stabilmente sotto il 4% per tutto il periodo di Piano”. La crescita della redditività complessiva sarà supportata poi “dalle importanti sinergie derivanti dall’integrazione di Banca Carige, che abbiamo quantificato in oltre 150 milioni lordi a regime, a conferma dei solidi presupposti industriali alla base dell’operazione”, sottolinea il ceo, aggiungendo che “il raggiungimento dei target sarà reso possibile anche dalle importanti leve di sviluppo previste per i dipendenti del gruppo”. Con riferimento alle tematiche di sostenibilità, già ampiamente integrate nel modello di business, la banca ha identificato azioni concrete da traguardare su tutte le linee di intervento in modo trasversale, con target precisi in termini di riduzione degli impatti ambientali, supporto ai clienti nella transizione ecologica, ed infine attenzione all'inclusione, alla gestione delle diversità e alle frange più deboli della società, con l'obiettivo di creare valore condiviso. Il nuovo Piano, dunque, “ci consentirà di evolvere verso un modello di business più focalizzato sulle attività core, valorizzando al meglio le nostre fabbriche prodotto, con una maggiore efficienza e un forte impulso alla digitalizzazione guidato da logiche di sostenibilità a beneficio di tutti gli stakeholder”.

In collaborazione con:
Bper Banca S.p.A.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie