ANSAcom

ANSAcom

Aeroporti: Sea, traffico in ripresa; spinge su sostenibilità

Da aerotaxi alle rinnovabili fino all'idrogeno: i progetti green

Milano ANSAcom

Il traffico aereo è in ripresa negli scali di Milano Linate e Malpensa. A dirlo è l’amministratore delegato di Sea, Armando Brunini, intervistato dall’ANSA, aggiungendo che la società è impegnata per accelerare la transizione ecologica nel settore aeroportuale. “La ripresa si sente anche da noi – afferma Brunini -. Oggi il sistema milanese viaggia a circa -38%, rispetto a -85% dell’inverno scorso, con notevoli differenze tra segmenti di traffico e aeroporti. Linate, che è più vocato alle destinazioni domestiche ed europee, recupera più velocemente di Malpensa, che ha una quota importante di traffico intercontinentale. Questa parte soffre ancora e tarda a riprendersi, sebbene anche lì stiamo vedendo i primi segnali di ripresa”. Ad ogni modo “il 2021 resta ancora negativo”, precisa Brunini. “L’anno prossimo ci aspettiamo che il rimbalzo si consolidi, peròun ritorno ai numeri pre-covid ce lo aspettiamo tra il 2024-2025”.
Per quanto riguarda il futuro degli aeroporti, saranno "più tecnologici e digitali, e il viaggio sarà più fluido", spiega l'a.d., mettendo poi l'accento sull'altro grande tema del futuro: la transizione ecologica. “Come industria del trasporto aereo sappiamo che è necessario accelerare sugli investimenti legati alla sostenibilità, che sono partiti già da anni, ma la società ci chiede un ulteriore slancio”. Sea dal 2009 è impegnata in tal senso: "tanti dei nostri investimenti sono orientati a rendere il settore sostenibile, perché il trasporto aereo è sinonimo di crescita e progresso, però occorre farlo in maniera sostenibile”, spiega il ceo, evidenziando che Sea è impegnata su tre progetti chiave.
Per quanto riguarda l’infrastruttura, “stiamo selezionando un partner energetico che ci aiuterà ad accelerare la transizione verso le fonti rinnovabili”, dice l’a.d. “C’è una gara in corso” che riguarda gli impianti di produzione di energia, a Malpensa e Linate, che verranno venduti “a un top player italiano del settore energetico”. La decisione dovrebbe arrivare “i primi mesi del prossimo anno”. Sul fronte degli aeroporti, Sea fa parte del progetto europeo “Olga” (hOListic Green Airport), volto a mitigare l'impatto ambientale del settore aeronautico, mentre, sul fronte della mobilità sostenibile, la società punta sugli ‘aerotaxi’, ovvero, dei mezzi volanti per spostarsi da un punto a un altro della città oppure tra diverse città. L’obiettivo è essere pronti per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026: “Questo significa avere nel giro di 2-3 anni i primi vertiporti pronti e i primi voli sperimentali”.

In collaborazione con:
SEA Società Servizi Aeroportuali S.p.A.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie