Calcio

Calcio: Spezia, per Italiano a Firenze è questione di ore

C'è da risolvere il nodo della clausola

(ANSA) - LA SPEZIA, 23 GIU - Potrebbe concludersi domani o al più tardi entro la fine della settimana la telenovela che porterà il tecnico dello Spezia Vincenzo Italiano a sedersi sulla panchina della Fiorentina. L'allenatore siciliano, che solo a inizio mese aveva rinnovato il contratto con la società ligure, avrebbe ormai un accordo di massima con la Viola, che propone un biennale a 1,2 milioni con opzione per il terzo anno, ma a rallentare l'operazione ci sono la penale da 1,8 milioni di euro che lo stesso Italiano deve versare nelle casse dei liguri per stracciare il contratto in essere, e la contropartita (economica, o tecnica) che lo Spezia pretende dalla Fiorentina per liberare anche il corposo staff dell'allenatore artefice della promozione e della successiva salvezza. Certo è che, a oggi, non c'è stato alcun contatto tra le due proprietà americane - con quella ligure che appare piuttosto irritata e non ha intenzione di facilitare in alcun modo l'operazione - e che nel conto corrente bancario dello Spezia non è arrivato alcun bonifico. Giorni, questi, in cui si è consumato anche lo strappo tra Italiano e la tifoseria spezzina: i supporter liguri in questi giorni non hanno mancato di esternare la propria rabbia per quanto sta accadendo, e sono stati molti a prendere d'assalto le pagine social del tecnico, rinfacciandogli le parole al miele spese lo scorso 2 giugno in occasione del rinnovo del contratto. Una situazione che ha portato lo Spezia a guardarsi attorno per cercare un sostituto. L'arrivo di Riccardo Pecini dal 1° luglio alla guida dell'area tecnica apre diversi scenari: tra gli allenatori accostati in questi giorni allo Spezia, ci sono Claudio Ranieri, il cui ingaggio potrebbe però costituire un ostacolo, Rolando Maran, Roberto Venturato e Marco Giampaolo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie