Sport

Moto: sorpresa Oliveira in Catalogna, cadono Rossi-Marquez

Sorpresa Oliveira in Catalogna, cadono Rossi-Marquez

Un motociclista in gara a petto nudo a 250 chilometri orari. È l'immagine emblematica del Gp della Catalogna, concentrato di spettacolo e pericolo, vinto a sorpresa dal portoghese della Ktm Miguel Oliveira, seguito dalle Ducati di Johan Zarco e Jack Miller. Ed è anche l'immagine che ha condannato il favorito Fabio Quartararo a scivolare al sesto posto, perché correre con la tuta aperta e senza la protezione copricostato gli è costato una penalità di tre secondi, da sommare a un'altra uguale subita per aver saltato una curva. Così è finito male un week end che prometteva ben altro per il francese, alla quinta pole position di fila. A tre giri dalla fine stava per coronare il lungo inseguimento di Oliveira e prendersi la prima posizione, quando la tuta si è aperta, non è chiaro se per un inconveniente o per mano proprio del pilota. Lui imperturbabile ha continuato a guidare a petto nudo, ma il sorpasso è sfumato, anzi gli è passato davanti pure Zarco.

Incurante del pericolosissimo effetto vela che avrebbe potuto mandarlo a sbattere, il combattente Quartararo ha portato a termine la corsa, mantenendo pure la terza posizione alla bandiera a scacchi, prima che la doppia penalità lo facesse retrocedere, a vantaggio di Joan Mir e Maverick Vinales. Unica consolazione, il francese ha comunque portato a casa punti preziosi e conservato la testa della classifica iridata davanti a Zarco, Miller e Bagnaia. È stata invece una giornata di grande festa in casa Ktm. Dopo aver cominciato la stagione sotto tono, Oliveira continua a crescere: una settimana fa c'è stato il 2/o posto al Mugello, ora la vittoria anzi il trionfo di Barcellona, andando in fuga dalla prima curva senza farsi più riprendere. Sorridono anche le Ducati, due moto sul podio in una corsa che sembrava disegnata per la Yamaha di Quartararo.

Il francese aveva fatto vedere grandi cose nel week end, con un passo gara nettamente superiore alla concorrenza, finché non ci si è messa di mezzo la tuta. È andata proprio male invece a Marc Marquez, arrabbiatissimo dopo essere finito sulla sabbia all'ottavo giro. Il pluricampione della Honda non riesce ancora tornare ai suoi livelli dopo il lungo stop per infortunio. Gara da dimenticare anche per Valentino Rossi, che qui ha il record di vittorie (7). Finché è stato in corsa ha galleggiato nelle retrovie con grande fatica, poi è finito sulla ghiaia. Quanto agli altri italiani, Danilo Petrucci è caduto anche lui nei primi giri; Francesco Bagnaia è 7/o. Franco Morbidelli non è stato brillante come nelle libere ed è finito nono, seguito da Enea Bastianini decimo, ma entrambi con enorme distacco dal vincitore

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie