Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Moto
  4. MotoGp, Bagnaia trionfa in Portogallo. Ducati vince il titolo costruttori

MotoGp, Bagnaia trionfa in Portogallo. Ducati vince il titolo costruttori

Sul podio Mir e Miller, stop gara a due giri fine per incidente

Francesco Bagnaia su Ducati ha vinto il Gran Premio del Portogallo classe MotoGp chiuso con bandiera rossa a due giri dalla fine per l'incidente tra le Ktm di Oliveira e Lecuona. Il pilota torinese ha preceduto la Suzuki di Joan Mir e la Ducati del compagno di team jack Miller. Cade, quando era al settimo posto e a cinque giri dal termine, anche il campione del mondo Fabio Quartararo su Yamaha, mentre Valentino Rossi chiude la sua penultima corsa della carriera al tredicesimo posto.

Ducati vince costruttori  - Pole position, vittoria e giro più veloce in gara. Francesco Bagnaia e la sua Ducati dominano il Gran Premio del Portogallo dall'inizio alla fine cancellando in parte la grande amarezza per quella la maledetta caduta a Misano.2 che ha impedito al pilota torinese di giocarsi il Mondiale fino alla fine. Un successo da incorniciare che regala al pilota nato nella 'cantera' di Valentino Rossi la certezza matematica di essere il vice-campione 2021 come l'anno scorso Franco Morbidelli, altro 'prodotto' della VR46 Accademy. A completare la festa Ducati a Portimao, dove la rossa delle due ruote conquista il Mondiale costruttori, è il terzo posto del pilota australiano Jack Miller dietro alla Suzuki di Joan Mir. Male le Yamaha con il campione del mondo Fabio Quartararo a terra mentre era settimo a pochi giri dalla bandiera a scacchi e Valentino Rossi solo tredicesimo e mai protagonista nella penultima corsa della sua lunga e felice carriera. Un Gp quello dell'Algarve classe MotoGp che si è chiuso con due giri di anticipo a causa della bandiera rossa sventolata per uno spettacolare incidente tra le Ktm dell'idolo di casa Miguel Oliveira e Iker Lecuona: per fortuna i due piloti non hanno riportato gravi conseguenze. "Sono molto felice - ha detto al termine del suo super Gp Bagnaia - lavoro enorme questo weekend. Mi sono goduto tutte le sessioni e penso sia il miglior fine settimana della mia carriera. Ero spaventato dalla bandiera rossa, temevo ci fosse stato incidente grave e fortunatamente non è stato così. Sarebbe stato bello chiudere con la bandiera a scacchi, ma sono felice che tutti stiano bene. Ho spinto il più possibile per allontanarmi dal gruppo, anche a Misano l'avevo fatto ma poi sono caduto". Bagnaia, che si è laureato ufficialmente vicecampione del mondo, si è detto poi pronto per la nuova stagione: "Quest'anno - ha aggiunto il pilota del team di Borgo Panigale - ho preso consapevolezza della mia e nostra forza, non era naturale capirlo dopo quello che ho passato nelle ultime stagioni. Abbiamo vinto il campionato costruttori, ottimo risultato per la squadra. Sono secondo in campionato e questo è un altro risultato importantissimo".

Nella Moto 3 sfuma il sogno di Denis Foggia che cade all'ultimo giro quando era in lotta per la vittoria, centrato in pieno da Binder. Una scivolata che libera la gioia del 17enne spagnolo Pedro Acosta che vince la gara e si laurea campione del mondo: per due giorni non strappa il record di gioventu' a Loris Capirossi. Sul podio anche Migno e Antonelli

 

  

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA