Toscana
  1. ANSA.it
  2. Toscana
  3. Scomparsa figlia di'superpoliziotto',ricerche nell'isola d'Elba

Scomparsa figlia di'superpoliziotto',ricerche nell'isola d'Elba

Trovato il suo cane morto, vicino il cellulare della donna

(ANSA) - ISOLA D'ELBA (LIVORNO), 15 AGO - La donna di 48 anni scomparsa domenica all'isola d'Elba, Marina Paola Micalizio, figlia del superpoliziotto Pippo Micalizio, è stata ritrovata in vita oggi, nel secondo pomeriggio, tra gli anfratti di una scogliera nella zona di Procchio (Livorno). E' quanto si apprende da fonti di soccorritori. La zona rocciosa marina in cui è stata trovata è molto impervia ed è la stessa area, non molto distante, del punto del ritrovamento del suo cane, morto, forse per annegamento. Dopo averla individuata, la donna è stata evacuata via mare con una imbarcazione, proprio per la difficoltà a recuperarla via terra. Poi, dalla spiaggia di Procchio è stata portata con un'ambulanza del 118 all'ospedale dell'isola, a Portoferraio per valutare le sue condizioni cliniche e prestarle eventuali cure. In questa fase sono completamente da accertare i motivi per cui la donna sarebbe rimasta dispersa per oltre un giorno e come sia finita in fondo agli scogli in un punto poco visibile anche dall'alto. Secondo quanto si apprende, la 48enne è stata individuata da un gommone della protezione civile che perlustrava la costa dell'Elba lungo la scogliera dove era stato ritrovato il suo cane morto annegato. E' così che sono scattate le operazioni di recupero dal mare. La donna, sempre secondo quanto si apprende da soccorritori, avrebbe raccontato ai sanitari, cui poi è stata affidata, di esser rimasta in mare circa 16 ore. Anche per questo è stata accompagnata al pronto soccorso per gli accertamenti medici necessari. Per le ricerche l'isola è stata sorvolata da un elicottero e un drone dei soccorritori. Le ricerche sono partite domenica dopo la denuncia di scomparsa del marito alla stazione dell'Arma di Marciana Marina. Marina Paola Micalizio è figlia del 'superpoliziotto', Pippo Micalizio che negli anni '80 e '90 indagò sulle infiltrazioni di mafia e 'ndrangheta al nord. Carabinieri, vigili del fuoco, guardia costiera, polizie locali e altri enti l'hanno cercata sapendo che la donna si era allontanata con il cane dall'abitazione dove trascorre le vacanze. Sugli scogli vicino a Procchio stamani è stato trovato l'animale morto, il guinzaglio era impigliato tra le rocce. Vicino c'era il cellulare della scomparsa. La coppia risulta residente a Milano ed è in vacanza all'isola d'Elba. Il soccorso è stato classificato come un 'allontanamento volontario' poiché non ci sono elementi per dubitare del contrario. Riguardo al cane, secondo prime ipotesi sarebbe morto per annegamento, forse è finito in acqua dalle rocce nello stesso punto dove alla sua padrona è cascato il cellulare sulla spiaggia. Il telefono è stato trovato a breve distanza dalla carcassa del cane, che probabilmente potrebbe essere sottoposta ad accertamenti veterinari e scientifici. Le ricerche della 48enne scomparsa sono svolte con squadre di terra, con i vigili del fuoco e associazioni di volontariato del soccorso di protezione civile, e squadre a mare con personale della capitaneria di porto. In sorvolo un elicottero e un drone dei pompieri, che intervengono pure con squadre cinofile. Sono intervenuti anche i sommozzatori. Le ricerche vengono coordinate dalla prefettura di Livorno. Sul posto agisce personale specializzato in operazioni di topografia applicata al soccorso.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie