Umbria
  1. ANSA.it
  2. Umbria
  3. La Giunta informa
  4. Ciclo di incontri con i sindaci sulle Comunità energetiche

Ciclo di incontri con i sindaci sulle Comunità energetiche

Morroni, opportunità importante verso transizione ecologica

(ANSA) - PERUGIA, 03 NOV - Approfondire il tema delle Comunità energetiche rinnovabili, per comprendere le potenzialità e le opportunità per il territorio di quello che l'assessorato all'ambiente della Regione Umbria ha riconosciuto come uno "strumento strategico per la transizione ecologica". Ha questo scopo il ciclo d'incontri con i sindaci umbri, cinque al momento quelli in programma, organizzati a seguito di due tavoli tecnici istituti dalla Giunta regionale dell'Umbria con Anci Umbria e con le associazioni rappresentative delle imprese, per rispondere alle specifiche esigenze dei territori.
    L'iniziativa è stata presentata questa mattina nella sede della Giunta regionale al Palazzo Broletto di Perugia, dall'assessore regionale all'ambiente, Roberto Morroni e dal presidente di Anci Umbria, Michele Toniaccini.
    "Le Comunità energetiche - ha detto l'assessore Morroni - rappresentano sicuramente un modello di grande interesse per favorire la diffusione di forme di produzione di energia rinnovabile e credo che costituiscano anche una grande occasione per avviare un processo di democratizzazione, perché la produzione di energia avviene ad opera di chi usa l'energia e quindi cittadini, imprese e enti locali che diventano protagonisti di questo processo. È una opportunità alla quale noi guardiamo con grande interesse perché riveste una importanza cruciale nell'ambito di quello che è il processo più generale di transizione ecologica e quindi di incremento, anche sensibile, di forme di produzione di energie rinnovabili".
    "Con Anci - ha proseguito l'assessore - abbiamo aperto un tavolo di confronto che abbiamo formalizzato con una delibera della Giunta regionale, abbiamo fatto la stessa cosa anche con le associazioni di rappresentanza del mondo economico e produttivo, proprio per cercare di creare dei 'focus' che ci permettano di creare le condizioni più idonee per cogliere a pieno questa opportunità. Con Anci abbiamo imbastito un ciclo di incontri che vedranno coinvolti gli enti locali, perché vogliamo che i 92 Comuni dell'Umbria svolgano tutti un ruolo di vero protagonista in questo processo. Una serie di incontri che saranno l'occasione per trasferire una informazione più puntuale possibile per rendere tutti consapevoli del significato delle Comunità energetiche rinnovabili, di quelle che sono le opportunità che questo modello porta con sé".
    Gli incontri si svolgeranno nel mese di novembre: il 7 a Perugia, il 14 a Todi, il 16 a Foligno, il 28 a Gubbio, il 30 ad Amelia e il 12 dicembre a Terni.
    "Con queste cinque tappe noi toccheremo tutti i 92 Comuni dell'Umbria - ha spiegato l'assessore Morroni-. A questo ciclo di incontri seguirà poi un momento di approfondimento e di formazione con gli apparati dei Comuni, proprio perché vogliamo che ci sia la massima consapevolezza e sintonia nel comprendere il valore di queste esperienze e perché è importante farle partire nella nostra regione".
    L'assessore ha quindi ricordato che "quello della crisi energetica è un problema che riguarda l'intero Paese e, per dimensione e diffusione, deve essere naturalmente all'attenzione del Governo centrale". "È un tema che va assolutamente attenzionato - ha concluso - così come devono proseguire gli sforzi anche su scala europea per addivenire ad un sistema capace di imbrigliare questo sistema di dinamiche di incremento di prezzo esponenziale al quale abbiamo assistito. Qualche passo avanti c'è stato, l'Italia ha svolto un ruolo da protagonista anche in questo e ci auguriamo che nei prossimi mesi la situazione possa tornare in una aurea di normalità".
    "Le Comunità energetiche possono essere una risposta importante a queste problematicità - ha detto il presidente di Anci Umbria, Michele Toniaccini -. Importante è partire e confrontarsi con i sindaci e creare delle sinergie e delle linee guida in modo che tutti i Comuni possano operare nelle stesse condizioni. Noi dobbiamo tutelare le nostre realtà comunali, tenere alta la coesione sociale e garantire quei servizi che oggi a causa di questi rincari energetici rischiano di essere messi in discussione come anche la tenuta dei nostri bilanci. Questa riteniamo sia una strada importante da percorrere e da condividere con tutti i sindaci dell'Umbria". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie