Otranto

Puglia

Otranto è una della località marittime più note del Salento, ma non è solo mare: il suo centro storico infatti è entrato nell’associazione dei “Borghi più belli d’Italia”.

Si tratta di una città fortificata, il centro storico del borgo è infatti racchiuso da una cinta muraria difensiva e Porta Alfonsina segna lo storico ingresso alla città.

Una della attrazioni di Otranto è il Castello Aragonese, antica fortezza militare fatta costruire verso la fine del XV secolo da Ferdinando I D’Aragona; l’edificio ha una pianta pentagonale, cinta da un fossato di protezione, tre torri cilindriche angolari e sulla porta d’ingresso principale è riportato un grande stemma appartenente a Carlo V. La fortezza ha inoltre ispirato il celebre romanzo di Horace Walpole Il Castello di Otranto (1764), primo romanzo gotico della storia. Attualmente è utilizzato come sede per mostre e ed avvenimenti culturali.

Nelle vicinanze del Castello si trova la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, edificata nell’XI secolo con un mix di stili che ingloba elementi paleocristiani, romantici, bizantini; la Chiesa è nota per essere stata teatro della carneficina compiuta per mano dei turchi nel 1480, quando la cittadina sotto assedio li vide irrompere proprio nella chiesa, sterminando i civili e il clero che si erano riparati al suo interno. Di grandissima bellezza è senza dubbio il mosaico pavimentale che si snoda tra presbiterio, abside e navate della struttura, che sviluppa scene riprese dall’Antico Testamento, dai cicli cavallereschi e dai bestiari medievali. 

All’interno del centro storico meritano una menzione anche la Chiesetta della Madonna dell’Altomare arroccata su uno sperone di tufo in bilico sul mare, la Chiesa di Santa Maria dei Martiri con il dipinto seicentesco della Strage di Otranto di Lavinio Zoppo, e la piccola Basilica bizantina di San Pietro, la più antica della città, risalente circa all’anno Mille.

Nei dintorni della cittadina merita una visita anche la meravigliosa cava di bauxite.

I suggeriti di ANSA ViaggiArt





Modifica consenso Cookie